Lidia Benedetti
Il pensiero di Lidia Benedetti su "A Clown Fairytale"

Dandy Danno e Diva G: un’esplosione di energia!

Visto il 24/04/2017 | ,

A Clown Fairytale mi ha davvero condotto in un’atmosfera “altra”. È uno spettacolo poetico, divertente, commovente, sorprendente. Un incontro amoroso tra due personaggi sicuramente sopra le righe, ma che incarnano le insicurezze e le incomprensioni di tutti.

Gli artisti uniscono i linguaggi del circo con quelli del teatro e propongono la figura del clown, capace di comunicare in gran parte senza parole ma attraverso una mimica molto espressiva. Esiste una chiara struttura narrativa e uno svolgersi della vicenda che si concretizza in diversi quadri. Per ciascuna scena gli artisti inseriscono idee, invenzioni, con una ricercatezza dei dettagli che contribuisce a creare atmosfere diverse, ora comiche, ora più intime. Usano tutto l’edificio teatrale: attraversano la platea camminando tra i sedili, dialogano con gli spettatori nei palchi e, infine, invitano tutto il pubblico a giocare con grandi palloni che rimbalzano tra le mani degli spettatori.

Quanta energia, quante possibilità, quanti mondi si possono raccontare! Abbiamo parlato molto di questo nell’incontro prima dello spettacolo con i due artisti, dei quali mi ha colpito la grande fiducia nell’affidarsi alla propria vocazione: due ragazzi che non temono una vita fatta di insicurezze, di incertezze, che lavorano per la gioia di creare universi possibili e, attraverso il sorriso e la comicità, di poter dialogare con pubblici molto diversi.


Tutti i pensieri degli spettatori su
"A Clown Fairytale"